Arc-En-Ciel

Arc-en-ciel è una scuola materna che si trova nel villaggio Marantima, a Ruhengeri, nel Rwanda settentrionale.

In Rwanda non è costume portare i bambini all’asilo in quanto le mamme sono sempre state abituate a tenere con sé i loro piccoli anche per andare a lavoro nei campi o nei mercati, magari legandoseli dietro alla schiena con quei tipici teli colorati africani. Purtroppo, questo non sempre è possibile e soprattutto in questa zona del Rwanda ci sono spesso molti bambini piccoli che trascorrono la giornata da soli sulla strada del villaggio in quanto le loro mamme escono da casa alla mattina molto presto e non li possono portare sé: sono mamme che lavorano, ad esempio, a servizio in qualche casa o struttura o fanno altri lavori dove i figli potrebbero essere in pericolo. Sono famiglie molto povere che non hanno la possibilità di trovare soluzioni più adeguate.

Tuttavia, a seguito di questo problema, alcune famiglie hanno avuto l’idea di riunirsi per creare una scuola materna, un luogo che potesse accogliere i bambini durante la giornata sapendoli al sicuro. I mezzi erano molto pochi per poter creare questo luogo e così hanno pensato di cercare qualcuno che potesse offrire loro una casa per poter fare l’asilo. Ne trovarono una incompleta ma questi genitori l’hanno sistemata con i pochi mezzi che avevano a loro disposizione, comunque mai sufficienti per poterla completare.

La scuola è finalmente sorta nel 2014 sotto la gestione del proprietario della casa. La frequentavano 36 bambini, di età compresa tra i 3 e i 6 anni. C’erano un’educatrice e un’assistente che si occupava anche dell’igiene e della pulizia della piccola struttura. Nel frattempo in Rwanda è divenuta obbligatoria l’iscrizione alla scuola materna dei bambini di 5 anni per permettere loro una sorta di preparazione in vista dell’inizio della scuola primaria.

La situazione in cui però si trovava la scuola era davvero molto difficile, senza i fondi minimi necessari per mantenerla e con un sacco di duro lavoro da fare. C’erano continue spese e alla fine dell’anno la scuola era sopraffatta dai costi. Per tale motivo era necessario che ogni famiglia contribuisse come poteva per il suo mantenimento e funzionamento. Questo ha però portato all’esclusione dalla scuola di quei bambini che provenivano da famiglie troppo povere per poter in un qualche modo dare il proprio aiuto economico.

Nel 2015 Alberto Benvenuti, ex coordinatore dell’organizzazione Italiana in Rwanda GDS – Grain de Sénevé (Granello di Senape) ed ex volontario presso Caritas Ruhengeri, venuto a conoscenza dell’esistenza e delle difficoltà di questo piccolo asilo ha pensato di contribuire e di aiutare Arc-En-Ciel nel portare avanti la sua mission. Così, in collaborazione con l’Associazione Rainbow (organizzazione non governativa riconosciuta dal Distretto di Musanze) ha  deciso di prendere in carico la scuola organizzando diverse attività di raccolta fondi che permettessero di raccogliere il sufficiente per poter garantirne il funzionamento e l’accoglienza anche dei bambini appartenenti a quelle famiglie più povere inizialmente escluse.

La collaborazione con Jardin de los Niños è arrivata nel 2018 e questo ha permesso di continuare le attività della scuola ampliandola anche ad altri bambini che ora sono circa 50, garantendo loro una dieta equilibrata e fornendo l’assistenza sanitaria che in Rwanda è privata e obbligatoria.  Nel 2019 è inoltre iniziato il progetto “Dalla scuola alla terra, finanziato con il contributo  dei fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, un progetto che concilia educazione e autosostentamento alimentare: le mamme dei bambini che frequentano questo asilo sono accompagnate, attraverso la formazione e il microcredito, nell’avvio di attività agricole e generatrici di reddito, un modo per sostenere i bisogni alimentari delle proprie famiglie e per creare delle piccole attività di vendita dei frutti della terra.