E-mail: info@jardin.it

Language: 
Cerca nel sito:

» vai

|  ASSOCIAZIONE  |  COME AIUTARCI  |  PROGETTI  |  ADOZIONI  |  IN ITALIA  |  INFORMAZIONE  |  PARTNERS  |  FOTO  |  
 ARGENTINA - in corso
 ARGENTINA - in avvio
 
› Villas Dignas
 ARGENTINA - conclusi
 RWANDA - in avvio
 RWANDA - in corso
 RWANDA - conclusi
 PERU' - in corso
 ECUADOR - conclusi
 BRASILE - conclusi
PROGETTI › ARGENTINA - in avvio
› Villas Dignas

 

VILLAS DIGNAS: progetto di riqualificazione edilizia nelle zone precarie di Posadas (Argentina)

 

Durata attività:

- FASE 1 da maggio ad ottobre 2014

- IN AVVIO la FASE 2 da marzo a dicembre 2015

 

Area di intervento: quartiere San Jorge nella città di Posadas (Provincia di Misiones).

Circa l’85% del quartiere è stato urbanizzato grazie all’intervento di JARDÍN DE LOS NIÑOS, mediante la previsione di un’adeguata rete elettrica, idraulica e fognaria, la costruzione di oltre 800 case in muratura e l’asfaltatura delle strade principali. Il restante 15% è costituito da abitazioni assolutamente precarie, in cui risiedono circa 200 famiglie per un totale di 1400 persone in condizioni di totale indigenza, accomunate da un elevato tasso di disoccupazione (80%), malnutrizione e malattie croniche, analfabetismo, diffusa violenza familiare e di vicinato e da una completa mancanza di partecipazione sociale e politica. Queste famiglie vivono lungo un ruscello e precipizi molto pericolosi, dove non esistono né strade, né i servizi basici necessari. Le case sono in legno, cartone o altro materiale riciclato con tetti spesso in plastica, mentre la latrina è sovrautilizzata e non garantisce adeguate condizioni igieniche. Quando piove i sentieri diventano impraticabili e le case soffrono di continui allagamenti. A causa dell’elevato tasso di umidità in ogni casa vi sono persone con problemi respiratori o alla pelle. Nessuna delle famiglie è proprietaria del terreno in cui risiede, che appartiene alla Provincia di Misiones, la quale negli anni non ha provveduto ad un piano di evacuazione, a causa della presenza dell’Associazione, ma soprattutto per la mancanza di interesse per l’area.

 

Obiettivo generale: contribuire al miglioramento delle condizioni di vita delle famiglie indigenti che vivono in una situazione abitativa precaria, mediante l’implementazione di un programma sociale emergenziale e tecnico al fine di garantire il diritto basico di vivere in una casa dignitosa.

 

Obiettivo specifico: migliorare la situazione abitativa delle famiglie più indigenti per un totale di 40 interventi (nella fase 1)

 
Sintesi delle attività:

- rilevazione e mappatura delle famiglie più povere e più vulnerabili e delle necessità abitative di ciascuna;

- individuazione e priorizzazione delle famiglie più bisognose;

- pianificazione dell’esecuzione delle migliorie;

- realizzazione dei lavori di ristrutturazione dei tetti e delle pareti, realizzazione dei pavimenti, messa in sicurezza della rete elettrica e sostituzione delle latrine.


La metodologia di lavoro prevista è quella della partecipazione diretta dei beneficiari agli interventi; nel caso in cui non vi siano componenti in buona salute, si ricorre all’aiuto di vicini solidali. Il metodo punta alla responsabilizzazione dei beneficiari, alla crescita del senso di appartenenza e di cura dei beni, al rafforzamento dei legami umani e all’apprendimento di tecniche edilizie.

 

Risultati FASE 1:

le condizioni di vita delle 40 famiglie selezionate sono migliorate in modo evidente e immediato; inoltre, si è riusciti ad applicare la metodologia di lavoro prevista, rafforzando anche l’autostima in soggetti precedentemente esclusi ed abbandonati.

 

beneficiari diretti sono stati circa 170 soggetti negli insediamenti di Villa Cariño e Cantera nel quartiere di San Jorge, aventi una o più delle seguenti caratteristiche: scarse o nulle entrate familiari, madri sole capofamiglia, anziani indigenti, presenza di persone invalide o malate, famiglie numerose con più di 6 figli. I beneficiari sono di origine molto umile, provenienti dal vicino Paraguay, dalle zone rurali della Provincia oppure coppie giovani con figli senza sufficienti risorse economiche.

A beneficiare indirettamente del progetto sono stati l’intero quartiere e il vicinato locale, spesso disturbato da odori nauseabondi e straripamento dei pozzi. Molti dei non selezionati hanno sollecitato le istituzioni ad un intervento pubblico ma ad oggi non si sono avute risposte positive.

Nel frattempo, JARDIN intende proseguire l'intervento per raggiungere altre famiglie in condizioni abitative precarie (FASE 2)




  Powered by Copyright 2004 Jardin de los niños - Privacy